Le configurazioni di alcune città costituiscono un ostacolo enorme per i mezzi di trasporto classici. Ma anziché affrontare pendii scoscesi o grandi corsi d’acqua, gli uomini di tutto il mondo hanno escogitato modi ingegnosi per arrivare al lavoro in tempo. Pronto al decollo?

Se per andare al lavoro al mattino non hai bisogno di librarti sopra la città o di navigare un fiume, considerati fortunato, anche se così è più noioso. Poiché l’urbanizzazione si scontra con le geografie inusuali, le persone di tutto il mondo devono far entrare metodi di trasporto insoliti e persino comici nelle loro abitudini quotidiane. Dai vecchi ascensori pubblici portoghesi all’imminente skyTran in Israele, diamo uno sguardo alle soluzioni di trasporto pubblico che sfidano le convenzioni.

Elevador de Santa Justa

A Lisbona, puoi andare, su, giù e tutt’intorno. L’ascensore di Santa Justa preleva i viaggiatori dalla Baixa (“basso” in portoghese) e li porta nei pressi di largo do Carmo. Il sistema è stato concepito e realizzato al volgere del secolo e resta un collegamento cruciale tra i due quartieri. Poiché l’ascensore fa parte della rete di trasporti pubblici di Lisbona, la gente del posto e i turisti vi possono accedere con l’abbonamento della metro. Inoltre, l’ascensore offre agli utenti una bellissima vista panoramica sulla citta – per farti un’idea guarda il video di smart magazine “Una giornata a Lisbona”.

Elevador Santa Justa
L’elevador de Santa Justa collega il quartiere di Baixa a Largo do Carmo.
Foto: Chris, CC BY-SA 2.0, via Flickr

Central Mid-Levels escalator e sistema walkway

Ti piacerebbe sfruttare i tuoi 20 minuti di viaggio quotidiano per leggere il giornale, controllare le azioni o finire un libro? Il Central Mid-Levels escalator di Hong Kong con sistema di scale mobili e marciapiedi semoventi, un prodotto nato per ovviare ai rilievi collinari dell’area, farebbe proprio al caso tuo. Collegando il central district con il western district in soli 20 minuti, è il sistema coperto di scale mobili esterne più lungo del mondo ed è considerato uno dei tragitti “più fighi” dalla CNN. Curiosità per i cinefili: “Hong Kong Express” di Wong-Kar Wai e il film di Batman “Il cavaliere oscuro” sono stati girati qui.

central mid level escalator
Il Central Mid-Levels escalator di Hong Kong è il sistema coperto di scale mobili esterne più lungo del mondo.
Foto: Dr. Norbert Heidenbluth, CC BY-SA 2.0 via Flickr

Mellowcab

La tua meta è a 3 chilometri di distanza. Troppo lontano per camminare, piove perciò niente bici, ed è proprio l’ora di punta. Che fare? Se per caso ti trovi nella cittadina di Franschhoek, nella provincia del Capo Occidentale in Sudafrica, usa un Mellowcab! Questi veicoli elettrici a pedali sono un’alternativa originale alla macchina o alla bicicletta – combinano il meglio di questi due mezzi di trasporto. Ma c’è di più: sono completamente gratuiti e dotati di tablet per una navigazione più facile.

Mellowcab a porte aperte
I Mellowcab sono veicoli elettrici a pedali e un’alternativa originale alla macchina o la bicicletta.
Foto: Mellowcabs

Cabinovie

Una volta utilizzate esclusivamente come giostre o per le stazioni sciistiche, le cabinovie stanno diventando un prodotto sempre più urbano, soprattutto nelle città ripartite su diverse altitudini. Libere dal fardello del traffico stradale, le cabinovie agevolano un viaggio rapido e affidabile attraverso lunghe distanze orizzontali o ripide salite verticali. Da Portland, nell’Oregon, fino a Charkiv in Ucraina, le cabinovie stanno diventando un sistema di trasporto urbano e un’attrazione turistica sempre più in voga.

cabinovia di portland
Le cabinovie stanno diventando un prodotto urbano in tutto il mondo, come qui a Portland.
Foto: Eric/Fredericks, CC BY-SA 2.0 via Flickr

skyTran

Qualcosa a metà tra una funivia e una metropolitana, skyTran usa una tecnologia a levitazione magnetica (maglev) per collegare due navicelle passeggeri alle rotaie sopraelevate. Inventata nel 1990, questa tecnologia non ha ancora un utilizzo pubblico ufficiale, ma il primissimo sistema skyTran è attualmente in fase di costruzione a Tel Aviv. A partire dal 2016 i passeggeri israeliani avranno la possibilità di andare a lavorare volando – non sono richieste esperienze aeronautiche.

Skytran Tel Aviv
A partire dal 2016, Tel Aviv sarà la prima città a usare skyTran.
Foto: skytran.com

Vaporetto

Contrariamente a ciò che si crede, non tutti gli abitanti di Venezia vanno a lavorare in gondola. Detto questo però, lo stereotipo dei canali di Venezia come principale mezzo per muoversi in città non è affatto falso. Poiché la configurazione della città e la sua geografia limitano sia i mezzi di trasporto in superficie sia quelli sotterranei, il taxi acqueo, chiamato localmente vaporetto, è rimasta la forma di trasporto pubblico più comoda per i veneziani.

Vaporetto Venezia
I veneziani vanno a lavorare con un taxi acqueo, chiamato localmente “vaporetto”.
Foto: Chris Van den Bossche, CC BY-SA 2.0 via Flickr

Spesso le limitazioni geografiche stimolano dei riadattamenti del trasporto pubblico. Un dirupo tra A e B può ispirare un ascensore all’aperto o una cabinovia, e anche gli ingorghi stradali impossibili possono spingerci a spostare la nostra attenzione verso il cielo. Alternative come queste trasformano quella che è spesso una parte stressante della giornata in un’esperienza già di per sé.

Immagine di testata per gentile concessione di skytran.com