Vivi in città e non hai la più pallida idea di che faccia abbiano i tuoi vicini di casa? Peerby, una startup nata ad Amsterdam, ha la soluzione per te: un’app che crea una rete tra vicini di casa e incoraggia gli utenti a condividere ciò che hanno con il prossimo.

Peerby ci dice che un numero impressionante degli oggetti che possediamo, circa l’80%, vengono usati non più di una volta al mese. Oltre a ciò, il rapido sviluppo urbano implica che chi vive in una grande città diventa sempre più distante dal vicinato, o addirittura un perfetto sconosciuto nelle aree del mondo più densamente popolate.

Con l’intento di rimediare a questa situazione, Peerby mette in contatto chi vive in una grande città e lo fa nel modo in cui solitamente avviene tra gli abitanti delle cittadine più piccole. L’idea è semplice: gli utenti mandano la richiesta di un oggetto che vorrebbero prendere in prestito. Gli altri utenti membri nelle vicinanze ne vengono informati e se hanno voglia di condividere l’oggetto in questione possono decidere di accettare la richiesta nel giro di una mezzoretta.

Mentre Airbnb e Uber hanno portato il consumo collaborativo a livelli stratosferici (si stima che il mercato dei prestiti, detto peer to peer lending, ammonti a miliardi di dollari), Peerby si occupa di cose più piccole, quotidiane, ed è gratuito. È una creatura di Daan Weddepohl, che ha escogitato quest’idea dopo che un incendio devastò il suo appartamento cinque anni fa. Come se non bastasse, aveva anche perso il lavoro e rotto con la sua ragazza. Per fortuna la famiglia e gli amici che aveva intorno lo hanno aiutato a rendersi conto che non sono gli oggetti che possiedi a essere importanti, bensì le persone che ti circondano.

«Le persone sono animali sociali», dice Weddepohl. «Ci è sempre piaciuto darci una mano l’un l’altro. Prestare le proprie cose è forse uno dei comportamenti più antichi in natura; noi lo rendiamo soltanto un po’ più facile attraverso la tecnologia.»

Un atteggiamento vecchio stile trasposto nella realtà alla maniera del ventunesimo secolo; ogni mese Peerby collega 100.000 persone in tutta l’Olanda che danno o prendono in prestito qualcosa. Da quando è stato lanciato, nel 2012, questo servizio si è esteso anche in Belgio, a Berlino e a Londra. E sebbene gli oggetti disponibili siano già innumerevoli – abbiamo trapani, telecamere subacquee e strobosfere nelle categorie Giardino, Viaggi e Festeggiamenti – la compagnia olandese sta cercando di ampliare la propria offerta, e solo quest’anno si è espansa in altre 50 città americane.

Per maggiori informazioni, visitate il sito internet di Peerby o seguiteli su Facebook o su Twitter!

Regione: Europa, USA
Sistema: iOS 7.0 o versioni successive/ /Android 4.0 o versioni successive
Dimensioni: 22,9 MB/ 17 MB

Immagine della testata: Peerby