Membro del gruppo DigitalLife@Daimler, l’ingegnere Ludwig Maul prepara la strada verso l’era digitale per i 280.000 impiegati Dailmer. Nella sua borsa degli attrezzi: creatività, mattoncini Lego e… superpoteri. Abbiamo incontrato l’esperto del digitale dopo la sua conferenza alla house of smart a Austin, in Texas, in occasione del SXSW festival.

Ludwig, ci racconti qualcosa su DigitalLife@Daimler?
Ludwig Maul:
 DigitalLife è un approccio creativo volto a convincere i 280.000 impiegati di Dailmer sulla futura digitalizzazione. Si tratta di un’iniziativa che li informa sulle attuali tendenze e permette loro di partecipare alla transizione con le proprie idee.

La tua mission consiste dunque nel convertire una grossa società di successo dal passato glorioso. Sembra proprio una bella sfida…
Ludwig Maul:
 In effetti lo è. Ma questa trasformazione rientra nel quadro di cambiamenti sociali più vasti che tutti quanti conoscono. Non ci limitiamo a studiare le nuove tendenze, ma diamo importanza al significato che assumono nella vita quotidiana e le mettiamo in evidenza. In futuro i nostri prodotti, servizi e catene di valori saranno digitali. Ecco perché ci chiediamo cosa vogliano dire esattamente e come potrebbero poi svilupparsi. Vogliamo che tutti partecipino alla ricerca di nuove soluzioni, attraverso incontri come laboratori creativi, hackathon e una comunità di ideazione online.

L’ingegnere Ludwig Maul con due modellini smart costruiti con i Lego
Ludwig Maul crede che i Lego riescano a stimolare nuovi processi mentali.

Puoi dirci qualcosa in più sulla giornata DigitalLife che state organizzando?
Ludwig Maul:
 Il Daimler DigitalLife Day è un evento annuale per oltre 500 impiegati motivati e il primo ha avuto luogo nel 2015. Durante questa giornata, presentiamo nuovi dispositivi con intelligenza artificiale e comandi vocali, tra cui vari elettrodomestici collegati o indossabili, per mostrare di cosa sono già capaci gli articoli di elettronica di largo consumo e per mettere in evidenza il potenziale del passaggio al digitale. Vogliamo anche dimostrare ai partecipanti che possono svolgere un ruolo fondamentale in questa trasformazione digitale operando in prima persona all’interno dell’azienda. Non tutti credono di poter fare la differenza ma durante la giornata DigitalLife diamo loro un palco e l’occasione di diventare creatori di grandi opportunità per l’azienda. Pensiamo che in un ambiente creativo non serva mettere le persone sotto pressione; al contrario, bisogna stimolarne la curiosità.

L’ingegnere di DigitalLife@Daimler Ludwig Maul alla conferenza SXSW
Sempre pronto a fare esperimenti divertenti: Ludwig Maul.

Durante il DigitalLife Day, gli impiegati hanno l’opportunità di esporre le proprie idee su un palco. Alcune di esse sono già diventate prodotti reali…
Ludwig Maul:
Proprio così. Quello delle presentazioni è il momento che amo di più. Abbiamo appena messo in pratica un’idea del team vincente nel 2015. Si tratta di un’app chiamata pacTris che ti aiuta quando fai shopping, dicendoti cosa entrerà nel bagagliaio della tua smart e in che modo sistemarlo. pacTris è disponibile per iOS e per tutti i modelli smart.

Un gran bell’esempio del ruolo pionieristico giocato da smart in questo processo di trasformazione!
Ludwig Maul:
 Ci servono fonti di ispirazione. È importantissimo avere sempre la dimostrazione pratica di un’idea. smart ci offre l’occasione ideale per sperimentare le nuove tecnologie. All’interno dell’universo Daimler, smart è quel marchio giovane e ambizioso che collauda le novità e porta il futuro nelle nostre vite un po’ prima degli altri.

L’ingegnere Ludwig Maul guida una smart
Ispirato dalla smart.

Quali sono gli ostacoli più grandi all’innovazione digitale?
Ludwig Maul:
 Per il momento vediamo solo la punta dell’iceberg ma nel tempo ci sarà una massiccia trasformazione digitale. L’industria automobilistica è consapevole che si tratta dell’inizio di una nuova era. Tendenze come l’intelligenza artificiale e l’internet degli oggetti rivelano la complessità delle sfide che aspettano il settore automobilistico. Ecco perché bisogna scatenare la fantasia: dobbiamo guardare sotto la superficie e capire cosa verrà in futuro.

Qual è il ruolo degli esseri umani nel passaggio all’era digitale?
Ludwig Maul:
 La creatività del personale è alla base della nostra trasformazione. Una trasformazione ben riuscita tocca la gente a livello emotivo ed è importante mettere l’uomo al centro di tutto perché è lui la chiave per le giuste innovazioni. Ogni giorno appaiono centinaia di nuovi prodotti e tecnologie, ma solo quelle che trattano i clienti come esseri umani avranno successo.

L’ingegnere di DigitalLife@Daimler Ludwig Maul seduto su uno skateboard
Ludwig Maul a Austin vicino alla house of smart.

Quando ti sposti porti sempre con te alcune scatole piene di mattoncini Lego e pupazzetti dei supereroi. Come mai?
Ludwig Maul: 
È un metodo che chiamiamo «costruzione creativa». Una volta abbiamo organizzato un workshop denominato smart 4.0 presentando una città fatta di mattoncini Lego. L’abbiamo demolita e chiesto a chi c’era di cercare e costruire nuove soluzioni ripartendo da zero. Quanto ai supereroi come Batman e Superman, rimandano a un’altra questione cruciale: come risolveresti questo problema se avessi dei superpoteri? Risulta spesso molto utile per lasciarsi andare all’immaginazione e giungere così a idee inaspettate e a cui prima non avresti mai pensato.