Alina Knips-Kluin è autrice del blog di moda K Fashion Clothing e a Düsseldorf, nel quartiere di Pempelfort, ha una boutique che cura con amore. A bordo di una smart BRABUS fortwo cabrio rossa fiammante ci accompagna per Düsseldorf, una città che sembra sul punto di reinventarsi da capo.

La torre della televisione di Düsseldorf

Nuvole leggere viaggiano veloci per il cielo sospinte dal vento. Un suggestivo gioco di forme in grigioazzurro pallido sulla facciata del Neuer Zollhof, creato dall’architetto Frank O. Gehry nel MedienHafen, il «porto dei media» di Düsseldorf. Il complesso tripartito si staglia, nella quiete della mattina, ai margini del porto. Siamo i primi visitatori della giornata. La nostra smart BRABUS fortwo cabrio rossa fiammante si specchia nei rivestimenti in acciaio dell’edificio – un bel contrasto che ravviva il mattino. Alina Knips-Kluin scende dall’auto.

Buongiorno, Alina. È bello che tu voglia accompagnarci. Il MedienHafen da cui partiamo ha un significato simbolico?
Alina Knips-Kluin: Sì: negli ultimi anni questo luogo ha subito una metamorfosi straordinaria. Il MedienHafen fa parte del centro cittadino, ma non è altrettanto affollato. È una cosa che trovo molto piacevole. Qui, vicino all’acqua, la storia s’incontra con il progresso, i vecchi moli con l’architettura moderna. Il complesso del Neuer Zollhof è impressionante e non per niente è il nuovo simbolo della città. Prima abitavo proprio di fronte agli edifici di Gehry, era fantastico.

Tu sei di qui: cosa rende particolare questa città?
Alina Knips-Kluin:
 A Düsseldorf sono cresciuta. Per me sono la famiglia e gli amici che ancora ci abitano a renderla un bel posto in cui vivere. Dal punto di vista geografico amo in particolare il Reno. Forse può sembrare un cliché, ma un fiume contribuisce molto a formare il carattere di una città.

In Germania, Düsseldorf è ancora una delle principali città della moda, sebbene gli ambienti internazionali guardino ormai soprattutto a Berlino. Quali sono le ultime tendenze sul Reno?
Alina Knips-Kluin: Ritengo che Düsseldorf continui a essere molto importante, anche perché qui la moda è in continuo sviluppo. Oltre alle numerose e conosciute fiere del settore ci sono tante idee nuove e fresche: per esempio a settembre tornerà la VOGUE Fashion’s Night Out, in occasione della quale tanti negozi restano aperti fino a mezzanotte. Un altro esempio è la stilista Gesine Jost, che adotta la filosofia dell’upcycling, cioè del riutilizzo creativo di materiali e tessuti. Gesine produce pezzi unici da indossare usando materiali ricavati da auto dismesse: in una macchina vecchia o rotta non tutti i pezzi sono inservibili.

smart BRABUS fortwo cabrio rossa
Alina Knips-Kluin da Gesine Jost
La collezione di Gesine Jost
Gesine Jost

Qual è il capo di Gesine Jost che preferisci?
Alina Knips-Kluin: Il giubbotto che ha realizzato con vecchi airbag. Il materiale, impermeabile e antivento, è stupendo sia alla vista sia al tatto – un po’ come la seta dei paracadute, ma più stabile e robusto. Le variazioni di colore, le cuciture o le stampe degli airbag costituiscono la particolarità del capo finito. Nei lavori di Gesine trovano posto persino le cinture di sicurezza. Il suo atelier è tipico della nuova Düsseldorf: è uno spazio molto ampio che condivide con altri artisti, scultori e designer nel quartiere di Friedrichstadt, in un ex studio fotografico con un bellissimo lucernario.

Alina Knips-Kluin nell’atelier di Gesine Jost

 

Conosci un buon posto per pranzare?
Alina Knips-Kluin:
 Così, su due piedi, mi viene in mente lo SchnellVeg di Bagelstraße, nel quartiere di Pempelfort, un ristorante vegetariano: pur non essendo vegetariana mi piace molto. Lo chef, Max Thyson, offre variazioni sane e buonissime dei classici dello street food. Consiglio vivamente gli hamburger di tofu, serviti con panini fatti in casa e un’insalata di cavolo fresco. Da provare anche le limonate fatte da loro. Amo moltissimo la zona intorno a Bagelstraße, dove c’è ancora tanto da scoprire.

Il ristorante SchnellVeg, Düsseldorf

Alina Knips-Kluin allo SchnellVeg

Un cameriere dello SchnellVeg di Düsseldorf

Dopo mangiato potremmo concederci qualcosa di dolce, che ne dici?
Alina Knips-Kluin: Il posto giusto per questo è Yomaro in Carlsplatz, ai margini del famoso centro storico. Fanno un frozen yogurt fantastico con guarnizioni deliziose, per esempio con frutta fresca o banana bread. Il bello di questo posto è che, essendo così vicino a Carlsplatz, si può approfittare per fare un giro al mercato dove ogni giorno si vendono fiori freschi, prodotti di stagione e tante leccornie. Quanto a Carlsplatz, è tutta punteggiata da gallerie e negozi. Qui pulsa l’autentica vita di Düsseldorf.

Come ti muovi per la città?
Alina Knips-Kluin: Prima guidavo una smart fortwo. E devo dire che qui in città apprezzavo moltissimo la sua estrema maneggevolezza. Adesso ci serve un’auto più grande per andare a prendere la merce per la boutique, e spesso sento la mancanza di una biposto così pratica. Specie quando in un giorno d’estate come questo ho davanti una smart cabrio rossa fiammante.

Una sorridente Alina Knips-Kluin sulla smart BRABUS fortwo cabrio
smart BRABUS fortwo cabrio con Alina Knips-Kluin
Alina Knips-Kluin con gli occhiali da sole
smart BRABUS fortwo cabrio a Düsseldorf

Con la nuova smart BRABUS fortwo cabrio in trofeo red costeggiamo il Reno percorrendo Joseph-Beuys-Ufer, una delle strade più belle del capoluogo della Renania settentrionale-Vestfalia. Oggi la capote della smart BRABUS, che per inciso è possibile aprire e chiudere a qualsiasi velocità, resta aperta tutto il giorno per catturare ogni raggio di sole. Il rombo sportivo del motore turbo da 109 CV ci arriva nitido e diretto. Oggi, però, non c’è bisogno di procedere scattanti come potremmo: lungo le passerelle della città della moda il design elegante e incisivo della BRABUS Xclusive Line attira sguardi di ammirazione.

Ci stiamo dirigendo verso «La Parisienne», la boutique che gestisci insieme al blog K Fashion Clothing. Come si conciliano nel tuo mondo digitale e analogico?
Alina Knips-Kluin: È una cosa che funziona benissimo. La boutique l’ho aperta nel maggio 2014 insieme a mio marito Mike. Da noi si trovano abiti un po’ frou-frou e tanti altri pezzi da tutta Europa. La nostra particolarità è che di ogni cosa abbiamo solo un esemplare o due, poi ci arrivano nuovi articoli. Mike conosce questo tipo di attività, a Eindhoven aveva una boutique da uomo di successo. Con «La Parisienne» abbiamo realizzato un vero negozio per ragazze, con molto rosa e molti cuoricini. Il blog invece era partito come un hobby, ma ormai è un lavoro a tempo pieno. Colleghiamo il digitale con il negozio. Tutti gli outfit che vendiamo nella boutique li presentiamo anche sul blog e sui social media. Tuttavia non guardo al mondo solo attraverso gli occhi di una blogger. Quando una cosa mi sembra bella, però, mi piace condividerla con lettori e follower.

Alina Knips-Kluin davanti a La Parisienne
Alina Knips-Kluin al lavoro
La Parisienne, Düsseldorf
Alina Knips-Kluin e Mike Kluin

Anche il vostro negozio si trova a Pempelfort, che è diventato un quartiere davvero in voga. I vostri clienti vengono prevalentemente da questa zona?
Alina Knips-Kluin: Sì, abbiamo tanti clienti abituali perché Pempelfort è diventato molto giovane e vivace. Però vengono spesso anche persone che magari hanno sentito parlare di noi tramite Instagram. Molte ragazze appassionate di moda – ma in realtà c’è gente di quasi tutte le età.

smart BRABUS fortwo cabrio lungo un viale

Allora da queste parti ci sarà anche un posto speciale dove prendere un caffè…
Alina Knips-Kluin: Sì, basta proseguire verso il centro, superata qualche strada si arriva a Die Kaffee in Schwerinstraße. Qualche anno fa Olga, la proprietaria, ha realizzato il sogno di aprire una sua torrefazione con espresso bar. Offre oltre 20 miscele diverse di caffè concentrandosi sull’essenziale. Ne deriva un’atmosfera autentica, straordinaria, senza tanti orpelli. Gli ospiti possono anche portarsi la colazione o una fetta di torta da casa. Mi piace andarci a bere un semplice caffè con un po’ di latte: davvero squisito.

E per cena cosa consigli?
Alina Knips-Kluin: Il ristorante Phoenix, assolutamente. Adoro il suo design chic in stile anni Sessanta. Il personale ha decisamente occhio per l’atmosfera e i dettagli. Si trova al pianterreno del grande Dreischeibenhaus, l’ex palazzo della Thyssen presso il parco di Hofgarten, in centro, subito accanto al teatro. È un edificio costruito nello stile modernista degli anni Cinquanta, ha subito una ristrutturazione impegnativa, ed è già in sé un posto da vedere, specie la hall imponente. Tom Tykwer ci ha girato alcune scene di Cloud Atlas, il film con Halle Berry.

Per concludere la giornata ti chiediamo un’altra anticipazione: i tuoi programmi per il prossimo futuro?
Alina Knips-Kluin:
 Al momento ci godiamo il fatto di avere una nostra base fissa. Però mi piace anche viaggiare. Torniamo sempre pieni di idee e di ispirazioni. Mio marito Mike è olandese, potremmo anche trasferirci nel suo paese. Ci piacerebbe organizzarci in modo da riuscire a lavorare da qualunque luogo. Il mio motto è: si può arrivare da qualche parte soltanto dopo aver viaggiato.

 

Alina Knips-Kluin appoggiata alla smart BRABUS fortwo cabrio

 

Dopo aver studiato economia e scienze motorie all’università, Alina Knips-Kluin ha scoperto la sua passione per la moda. Insieme al marito Mike Kluin cura il blog K Fashion Clothing e la boutique La Parisienne a Düsseldorf-Pempelfort.

Local Secrets Düsseldorf:

Moda
La Parisienne Düsseldorf
Collenbachstraße 1, 40476 Düsseldorf
www.fashionclothing.de

Gesine Jost
www.gesinejost.de

Mangiare e bere
Die Kaffee
Schwerinstraße 23, 40477 Düsseldorf
www.die-kaffee.de

YOMARO Frozen Yogurt
Carlsplatz 6B, 40213 Düsseldorf
www.yomaro.de

SchnellVeg
Bagelstraße 130, 40479 Düsseldorf
www.schnellveg.com

Phoenix Restaurant
Dreischeibenhaus, 40211 Düsseldorf
www.phoenix-restaurant.de

Galerie Burghof
Burgallee 1, 40489 Düsseldorf
www.galerie-burghof.de

Da vedere in città
Mercato di Carlsplatz
Carlsplatz, 40213 Düsseldorf
www.carlsplatz.net

MedienHafen
Neuer Zollhof, 40221 Düsseldorf
www.medienhafen.de