Ad Atene si torna a riflettere sulle proprie radici: un tour della città svela i segreti della street art, dell’architettura e della vita notturna nel cuore della capitale greca. smart magazine non poteva certo mancare.

Secondo un graffiti nel centro della città, «Berlino è la nuova Atene». È una chiara allusione al recente boom di hipster che ha toccato Berlino e suggerisce che un destino simile potrebbe profilarsi anche per la capitale greca.

Negli ultimi anni moltissimi artisti si sono trasferiti ad Atene, attratti da un panorama artistico florido, dagli affitti abbordabili e dal clima meraviglioso. Perciò se desiderate esplorare altri aspetti della città oltre al Partenone e avete voglia di sentire l’indescrivibile fermento di Atene, prenotate subito uno dei nuovi tour che vi proponiamo.

I più bei tour sono senz’altro quelli di Alternative Tours Athens (ATA), un collettivo locale non-profit che organizza diversi tipi di percorsi con una panoramica sul lato più nascosto della città. Le tematiche vanno dall’architettura alla vita notturna, dalla street art ai movimenti sociali, e permettono agli esploratori urbani di dare uno sguardo su nuovi e interessanti scorci della città, nonché sui suoi cittadini.

Mani che pregano ad Atene
Alla scoperta dei murales di Atene.
Arte: Pavlos Tsakonas, Manolis Anastasakos

L’oracolo di Omonia

A occuparsi del tour a tema street art – incentrato sulla cultura di strada e sulla rinascita del centro di Atene – è Nikos Barpakis. La nostra passeggiata inizia da Piazza Omonia e ci conduce attraverso i quartieri che rappresentano il fulcro del centro: Omonia, Psyri, Kerameikos e Gazi, quattro aree fiorenti per la street art.

Insieme a piazza Syntagma e piazza Monastiraki, piazza Omonia forma lo storico triangolo commerciale, un’area di sviluppo prioritaria per il comune di Atene. È interessante notare come i tanti murales di diversi artisti che ricoprono la strada non siano solo molto grandi ma anche, per la maggior parte, decisamente ottimisti riguardo al futuro della capitale greca. Che siano presagi di un prossimo futuro?

Nikos ci fornisce alcune informazioni tecniche di base riguardo ai murales e in più ce li contestualizza all’interno di un quadro più ampio. Infatti moltissime di queste opere prendono spunto dall’attualità e dalla politica e rendono omaggio al famoso Loukanikos, un cane randagio che continuava a spuntare in tutte le ultime manifestazioni tanto da diventare un simbolo della resistenza della città alle misure di austerity.

La passeggiata continua attraverso le tortuose stradine di Psyri. Dopo diversi anni di abbandono a seguito della crisi finanziaria del 2008, il quartiere assiste ora a una lieta ripresa. Psyri è diventata una delle più grandi gallerie street art a cielo aperto d’Europa e custodisce le opere di alcuni dei nomi più noti della scena internazionale.

La cofondatrice di Alternative Tours Athens Maria Petinaki
Maria Petinaki è uno dei cofondatori di ATA.

Una terra di confine europea

Le crisi economiche e finanziarie in corso e l’arrivo dei rifugiati hanno spinto la storica terra di confine a riconsiderare i propri spazi, la propria situazione e la propria storia attraverso una reinvenzione radicale. E i cittadini di Atene ne sono un ottimo esempio.

Riscoprono e ri-raccontano la storia del proprio paese e delle proprie origini, lasciando da parte gli antichi mosaici, le rovine dei tempi e le mitologie.

Si concentrano invece su questioni più pratiche che condizionano e incidono sulle loro vite quotidiane. Queste visite della città possono diventare infatti un potente mezzo di espressione e di rilancio dell’attuale storia del territorio.

Nonostante la ricchezza delle tematiche a disposizione, tutti i tour hanno qualcosa in comune: cittadini impegnati, attività informali, progetti di risanamento di base e percorsi originali e fuori dai soliti schemi che inseriscono nel fitto tessuto di Atene nuove narrazioni di un territorio con tremila anni di storia e un recente passato assai tumultuoso.

Una guida turistica di Atene
Fuori dai sentieri battuti con la guida turistica Nikos Barpakis.
Arte: 1UP

La storia e le storie

I percorsi guidati della città spingono a interpretare e decodificare le opere di street art e i murales. È ormai evidente che questa moderna forma d’arte va a integrare le storie raccontate dai rilievi in marmo e dai vasi di creta impolverati nei musei del paese.

Secondo la cofondatrice Maria Petinaki, ATA nasce da un interesse per i movimenti sociali, le case occupate e la street art. Quando le chiedono quale tour preferisce, Maria risponde sempre: «quello che non ho ancora fatto». È proprio questa natura curiosa e inquisitrice, questo voler cercare storie e punti di vista sempre nuovi, che permettono ad ATA di operare all’interno di un quadro moderno e in continuo aggiornamento.

Graffiti con delle bocche ad Atene.
Murales moderno: un collage street art.

I partecipanti al tour sono un mix vivace di persone che vanno dai locali interessati alla propria città ai turisti che vogliono vedere cos’ha da offrire Atene oltre all’Acropoli.

Sono tutti quanti «interessati a nuove forme di patrimonio e alla storia di Atene così com’è riportata sui suoi muri».

Hotel with street art in Athens
Il quartiere Psyri di Atene è una delle gallerie di street art a cielo aperto più grandi d’Europa.
Arte: David Shillinglaw
dog street art
Arte: Smart, N_Grams, Martinez
La smart fortwo argento per le strade di Atene.

Un’occhiata alla sfera di cristallo

Giungiamo all’ultima tappa del nostro tour, Kerameikos/Gazi, dove i muri ci raccontano in modo non sequenziale la storia degli ultimi 15 anni ad Atene con tutti i suoi alti e bassi, mentre la guida ATA ce li contestualizza.

Qui la street art sembra proprio trasformarsi in una sfera di cristallo che guarda al futuro della città: come i sedimenti di storia che abbiamo sotto i piedi, i nuovi strati di graffiti emergono dalla superficie scrostata dei disegni precedenti, e profetizzano comunità più forti, persone più felici e appagate, e una città aperta e accogliente.

Queste pareti piene di graffiti, testimoni dello spirito del tempo, spingono uno dei partecipanti a bisbigliare sorpreso «Non avrei mai pensato che Atene fosse così… moderna».

Alla fine del tour ci è ben chiara una cosa: la street art sta cambiando le modalità in cui una città si racconta e lo fa dando spazio alle voci del presente.